Eventi
I Conflitti
Il dispotismo illuminato
 


Arti visive

Nel '700 due sono le correnti artistiche principali, il rococò e il neoclassicismo, che per altro non è possibile dividere nettamente, come evidenzia anche la critica europea particolarmente attiva in quel tempo sotto l'influenza dell'Illuminismo. Venezia è il centro più fecondo dell'arte di questo periodo.

Il rococò (da "rocaille", conchiglia) estrema manifestazione del barocco, si sviluppa nella prima metà del secolo in parallelo col movimento dell'Arcadia. Nasce in Francia sotto il regno di Luigi XV e si diffonde nel resto d'Europa. Ha il gusto delle curve e degli elementi ornamentali di piccole dimensioni ed esprime eleganza aggraziata. Si manifesta soprattutto nella decorazione degli interni e nell'arredamento. Nella pittura i colori sono lucenti; si trattano i temi maliziosi della mitologia galante con pastorellerie di maniera; si afferma il "vedutismo" e il "capriccio" spesso con rovine. Negli oggetti si prediligono i materiali rari e preziosi, bronzi dorati, lacche orientali, la fragile porcellana (manifatture di Meissen, Nymphenburg, Capodimonte, Sèvres).

Torna su!

Nel neoclassicismo l'arte afferma l'estetica del bello e fa emergere l'esigenza di un ritorno all'armonia dell'arte classica. L'architettura sviluppa un aspetto scenografico, (Vanvitelli, Iuvarra); si diffonde, specie in Inghilterra, il palladianesimo, stile architettonico ispirato all'opera del Palladio; la pittura, pur ispirandosi a motivi classicheggianti, accoglie e dissolve le forme del rococò in una luminosità chiara ed aerea con colori tenui. Nelle arti figurative l'Italia in questo periodo ha una posizione predominante: infatti gli artisti italiani vengono spesso chiamati ad affrescare e a decorare i palazzi delle corti non solo italiane, ma anche straniere. Ricordiamo soprattutto il Tiepolo che per l'eccellenza delle sue opere di affrescatore, decoratore e pittore domina la scena d'Italia e di Europa, ma ricordiamo anche Solimena, Magnasco, il Piazzetta, il Canaletto e Guardi. Ma è nella scultura che il neoclassicismo manifesta più chiaramente le sue tendenze. Emerge fra tutte la figura del Canova. Elementi neoclassici sono riscontrabili in Mengs, David, Goya, Turner. In questo periodo anche le arti applicate hanno un grande sviluppo.

Torna su!

 

HOME

Archivio

Brani musicali

Immagini

Documenti

Note biografiche

Rivoluzioni
La rivoluzione francese
La rivoluzione agricola
La rivoluzione industriale
 
Cultura
Illuminismo
Arti Visive
Musica
Scienza
Letteratura
 
Territori extraeuropei
 
Indietro