Titolo: SPERIMENTAZIONE NEI BIENNI DEGLI ISTITUTI SUPERIORI (14 in Toscana)

Acronimo
: EX E.D.M. (Elaborazione di modelli)

Sperimentazione coordinata dal ministero sul riordino dei cicli e l'autonomia


Referenti membri del Consiglio Direttivo IRRSAE:
Segretario Generale Prof. Giuseppe Italiano, Carlo Fiorentini, Franco Cambi.

Tecnici e Consiglieri coinvolti nel progetto:
Elisabetta Cosi, Ettore Costantino, Fabio De Michele.

Collegamenti del progetto con altre Istituzioni:
in collegamento con il Ministero per un intervento integrato di formazione.

Obiettivi e contenuti del progetto:
Il Progetto, partito nel 1997, aveva ed ha l'obiettivo di seguire e mettere in rapporto fra loro le sperimentazioni del Biennio dell'autonomia che si realizza in 14 Istituti (7 Istituti Tecnici, 4 Istituti Professionali, 2 licei e 1 Istituto d'Arte) attraverso incontri fra i Presidi e fra docenti. Da settembre 1998 il lavoro č continuato con i docenti sulla progettazione didattica modulare: i docenti di Italiano, Matematica, Lingue, Diritto, Scienze degli Istituti che hanno aderito si sono incontrati in gruppo per mettere a punto il percorso di un modulo, il primo del biennio, per ogni disciplina e per preparare le prove di verifica da somministrare in tutte le classi prime alla fine del primo modulo.
I docenti hanno concordato tempi, modalitā e punteggi. Un successivo incontro (gennaio 1999) sara' strutturato per gruppi disciplinari e finalizzato alla verifica dei risultati e per l'analisi dei dati raccolti dalla somministrazione delle prove.
Si prevede poi un intervento di "formazione" sulla costruzione delle prove e la valutazione.
Un elemento di interesse e' l'eventuale costruzione di strumenti per la valutazione della sperimentazione da somministrare a tutti gli Istituti alla fine del biennio.

Destinatari del progetto:
Docenti di Italiano, Matematica, Lingue, Diritto e Scienze che insegnano nei bienni sperimentali degli Istituti partecipanti (e in Istituti che da tempo lavorano con l'IRRSAE nell'ambito della sperimentazione).

Ambito territoriale del progetto: regionale.

Ricaduta prevista:
Diffusione dei materiali, formazione a ricaduta sulle esperienze fatte.

Osservazioni:
Significativo in questo progetto, al di lā dei materiali che saranno prodotti, l'accordo che si č raggiunto su una verifica comune in tutte le classi prime sul I modulo e l'analisi che ne verrā fatta a posteriori degli insegnanti per ritornare sul processo realizzato.