Università degli Studi di Firenze
Dipartimento di Scienze dell'Educazione
IRRE Toscana

Mostri e paure
nella letteratura per l'infanzia di ieri e di oggi

13 incontri a cadenza settimanale
il giovedì dalle 16.30 alle 19.30
(dal 15 novembre 2001 al 22 febbraio 2002)
presentazione

SEDE:

Scuola Media "Carducci-Buonarroti"
Piazza San Ponziano, 7 - Lucca

per informazioni:

  • Sergio Vannini (e-mail vannini@bdp.it)
  • Gaetana Rossi (tel. 055 4371718)



    CONFERENZE
    • il deforme nella fiaba popolare (L. Bellatalla - 15.11.2001)
    • il sogno e l'incubo nella letteratura per l'infanzia (E. Catarsi - 22.11.2001)
    • l'abbandono, il perdersi, il vagabondaggio: un tema chiave della letteratura per l'infanzia (R. Pontegobbi - 29.11.2001)
    • la notte, la foresta, la tempesta nelle fiabe d'autore (G. Cusatelli - 6.12.2001)
    • i mostri nella letteratura contemporanea per l'infanzia (D. Bartolini - 13.12.2001)
    • fascino e paura nella fiaba (S. Calabrese - 21.12.2001)
    • la paura dalle fiabe di tradizione orale a Harry Potter (R. Denti - 10.1.2002)
    • il viaggio e l'ignoto (F. Bacchetti - 17.1.2002)
    • la metamorfosi dell'orco tra Perrault e Collodi (F. Cambi - 24.1.2002)

    LABORATORI
    (docenti: P. Borin, M. Fusi, M.L. Meacci, C. Meacci, A. Vannoni)

    • narrare le paure (31.1.2002)
    • a partire dai mostri (7.2.2002)
    • luoghi, eventi, figure da incubo: evocazione e costruzione (14.2.2002)
    • testi "negativi": come riusarli, come inventarli? (21.2.2002)

    PRESENTAZIONE

    La scelta della tematica "mostri e paure", quale leit-motiv del corso di aggiornamento per insegnanti delle scuole materne, elementari, medie e biennio, non è certo casuale, se solo si pensi all'attualità di questo tema, non solo nella programmazione dei palinsesti televisivi per questa fascia d'età, ma anche per l'attenzione che molti editori dimostrano per questo genere pubblicando collanine specifiche per età. L'attualità della tematica diventa, nella specificità di questo corso, un pretesto per una rilettura in chiave pedagogica, ma anche didattica e metodologica, della funzione dell'inconscio nella costruzione dell'immmaginario individuale e collettivo infantile e preadolescenziale.