Fonte: http://www.camera.it/_dati/leg13/lavori/bollet/200101/0118/html/07/comunic.htm#61n1

CAMERA DEI DEPUTARI 

VII Commissione - Resoconto di giovedì 18 gennaio 2001

ATTI DEL GOVERNO

Giovedì 18 gennaio 2001. - Presidenza del Presidente Giovanni CASTELLANI, indi del Vicepresidente Sergio SOAVE. - Interviene il Sottosegretario di Stato per la pubblica istruzione Gianni Manzini.

La seduta comincia alle 9.

Schema di decreto del Presidente della Repubblica sul Regolamento di organizzazione degli Istituti di ricerca educativa.
(Esame e rinvio).

La Commissione inizia l'esame dello schema di decreto all'ordine del giorno.

Vittorio VOGLINO (PD-U), relatore, riferisce sullo schema di regolamento sull'organizzazione degli Istituti regionali di ricerca educativa (IRRE), emanato ai sensi dell'articolo 21, comma 10, della legge n. 59 del 1997 e dell'articolo 76 del decreto legislativo n. 300 del 1999, che hanno previsto il riordino e la trasformazione degli Istituti regionali di ricerca, sperimentazione e aggiornamento educativo (IRRSAE) nella nuova struttura con la precisa finalità di offrire un supporto all'autonomia scolastica.
Illustra i singoli articoli dello schema di regolamento, che appare apprezzabile per chiarezza e sufficientemente organico. Esprime quindi un giudizio positivo sul medesimo, pur svolgendo alcune osservazioni sul testo sottoposto al parere della Commissione. In particolare, all'articolo 1, appare opportuno prevedere che gli Istituti si possano avvalere anche delle competenze degli ispettori tecnici; all'articolo 4 appare preferibile indicare che ciascuno dei componenti del Consiglio di amministrazione sia confermabile alla carica per un ulteriore triennio; allo stesso articolo 4 ritiene opportuno prevedere che il Consiglio di amministrazione abbia anche il compito di valutare semestralmente l'andamento del programma; all'articolo 5 ritiene che sarebbe opportuno prevedere che il direttore debba essere in possesso di una professionalità pertinente con le finalità specifiche dell'Istituto e che lo stesso direttore debba valutare semestralmente il programma; all'articolo 8 appare opportuno prevedere che il regolamento interno disciplini anche lo svolgimento di conferenze di servizi; all'articolo 9 si deve valutare l'opportunità di introdurre l'obbligo e non la facoltà di partecipazione dei direttori degli IRRE alla Conferenza nazionale dei presidenti; all'articolo 10, relativo al personale, osserva che non sono previsti criteri di assegnazione e che, a suo avviso, si potrebbe far riferimento alla popolazione scolastica; ritiene inoltre che debba essere attribuita una valutazione specifica per le esperienze maturate presso gli IRRSAE.
Osserva, inoltre, che sarebbe preferibile prevedere un organico fisso per il personale; ma, se ciò non fosse possibile, andrebbe comunque garantita maggiore stabilità. Ritiene inoltre necessario prevedere adeguate forme di incentivazione, al fine di non creare ingiustificate disparità tra il personale di cui al comma 1 dell'articolo 10 e quello di cui al comma 2 del medesimo articolo. Infine, in riferimento all'articolo 13, ritiene opportuno che siano istituiti appositi uffici col compito di valutare ed attuare attività volte a tutelare tutte le situazioni particolari, quali quelle degli alunni con handicap, delle minoranze linguistiche ed altre.

Il sottosegretario Gianni MANZINI, in riferimento alla composizione del Consiglio di amministrazione di cui all'articolo 4, osserva che i due consiglieri di nomina del Consiglio scolastico regionale dovranno essere designati in via provvisoria da altro organo, come, per esempio, il dirigente preposto all'ufficio scolastico regionale, in quanto i Consigli scolastici regionali sono ancora in fase di costituzione.

Giovanni CASTELLANI, presidente, rinvia il seguito dell'esame ad altra seduta.

La seduta termina alle 9.20.