Il disagio giovanile interpretato. Tra diagnosi e terapia

Seminario per insegnanti:
ciclo di conferenze/laboratori sul disagio


nota introduttiva


materiali rivisti dai relatori: 

proposta di utilizzo dei materiali per seminari presso le scuole:

lettera del presidente dell'IRRE ai dirigenti delle scuole secondarie della Toscana (6 febbraio 2006)

     

    PRESENTAZIONE:

    Disagio giovanile, scuola e professionalità docente
    (prof. Franco Cambi, presidente IRRE Toscana)



    conferenze-seminari: marzo-aprile 2005 (ore 15.00-17.00)

    lezione con dibattito + testo con esercizi + bibliografia ragionata di base
    sedi: ITC Salvemini, LC Galilei, ITI Leonardo da Vinci
      

testi - rivisti dagli autori - delle relazioni di avvio di ciascun seminario:

Il ruolo dell'insegnante: interprete e non solo - prof. Carlo Fratini      
           11 marzo - LC "Galilei"                   
Disagio e personalità borderline - prof. Luigi Aprile                                                     
           1 aprile - ITI "Leonardo da Vinci"
La dispersione: effetto del disagio - prof.ssa Lucia Maddii
           8 aprile - ITG "Salvemini"
L'arte del sostegno e del dialogo - prof.ssa Vanna Boffo
           15 aprile - LC "Galilei"
Una scuola capace di trattare il disagio - proff. Gaetana Rossi e Fabio Tamburini
           19 aprile - ITG "Salvemini"


    laboratori: settembre-novembre 2005 (giovedì ore 15-18)
    studio di casi + testi + situazioni + focus group + relazioni di sintesi + discussione + letture
    sede:
    Liceo Classico Galilei  

sintesi - riviste dagli autori - delle relazioni di avvio di ciascun laboratorio:

La depressione giovanile
           22 settembre - conduttore: prof. Tommaso Fratini

Il bullismo a scuola

           29 settembre - conduttore: prof. Ada Fonzi

La famiglia sullo sfondo

Proposte pedagogico-educative e piste operative

            6 ottobre - conduttore: prof. Vanna Boffo

Anoressie e bulimie

           20 ottobre - conduttore: prof. Saverio Fontani

L'affettività giovanile

           27 ottobre - conduttore: prof. Maria Rita Mancaniello

Processi di marginalizzazione etnica e sociale e modalità di recupero e di integrazione nella scuola

           11 novembre - conduttore: prof. Barbara Sandrucci

 

nota introduttiva a cura di Gaetana Rossi

Il disagio giovanile, lentamente, è diventato un elemento-problema all'interno della scuola e si è evidenziata l'incapacità della scuola di affrontarlo. Il problema non è di una sola scuola, ma è comune a tutte le scuole.

Nelle scuole è sentito il disagio perché i giovani portano delle difficoltà nuove e i docenti, non essendo stati formati, non riescono a fronteggiare i problemi in maniera adeguata. La scuola spesso ha ancora una visione ottocentesca dell'insegnamento, deve ancora capire che i giovani non solo devono essere portati sulla strada della cultura, ma devono anche essere formati e aiutati a superare il disturbo psicologico vissuto in maniera confusa. Ogni docente è un disciplinarista, ma deve anche essere pronto ad accogliere e a dare aiuto ai ragazzi in difficoltà. Fino ad oggi ai docenti è mancata questa specifica preparazione. Durante il percorso formativo si cercherà di fare una sintesi dei lavori eseguiti per poterla poi mandare alle altre scuole. Sarà una prima sensibilizzazione, un primo modello, uno strumento. Durante gli incontri seminariali e di laboratorio (5 lezioni-seminario e 6 incontri di laboratorio) si potranno preparare alcuni strumenti per favorire l'accoglienza dei ragazzi in disagio. L'obiettivo del corso è quello di elaborare un percorso, anche modesto, che diventi uno strumento di lavoro, a livello regionale.

tipologie di seminari

  1. seminari di studio
    presentazione/discussione delle relazioni e ripresa attiva in sedute di studio collettive, guidate da un esperto IRRE, per poi passare ai problemi
  2. seminario di riflessione
    discussione dei problemi vissuti e/o percepiti risalendo poi ai testi e alle esperienze trattate dal seminario sotto la guida di un esperto IRRE
  3. seminario di analisi
    parte da "casi" specifici, attivando una discussione che riusi il materiale già strutturato del seminario, sempre sotto la guida di un esperto IRRE
partecipanti:   insegnanti di scuole secondarie superiori di Firenze