L'Istituto Regionale di Ricerca Educativa della Toscana, a conclusione delle azioni interne di miglioramento realizzate nel 2007 nel quadro di un programma di "impegno verso l'eccellenza" promosso dall'EFQM (European Foundation for Quality Management) e dall'AICQ (Associazione Italiana Cultura Qualità), ha ottenuto per la seconda volta nel giugno 2007 la validazione come organizzazione Committed to Excellence in Europe (primo grado di un percorso orientato verso il continuo miglioramento organizzativo, secondo un modello sempre più diffuso a livello europeo).

Gli elementi fondamentali del modello EFQM alla base dell'impegno verso l'eccellenza sono:

  • orientamento ai risultati
  • attenzione rivolta all'utenza
  • leadership e coerenza negli obiettivi
  • gestione in termini di processi e fatti
  • coinvolgimento e sviluppo delle persone
  • apprendimento, innovazione e miglioramento continui
  • sviluppo della partnership
  • responsabilità pubblica


Le azioni di miglioramento realizzate nel 2007 sono consistite nel miglioramento di due categorie di strumenti organizzativi a supporto della progettazione, nella c
ostruzione di un nuovo funzionigramma del servizio di segreteria e aggiornamento del Manuale della Qualità, nel miglioramento della comunicazione esterna

dal rapporto di validazione EFQM del 2007

L'Istituto aveva ottenuto una prima volta già nel marzo 2005 la validazione come organizzazione Committed to Excellence in Europe a seguito delle azioni di miglioramento realizzate nel 2004 riguardanti l'analisi dei processi chiave e di supporto per la costruzione di un sistema di monitoraggio e controllo, la rilevazione del grado di rispondenza delle attività dell'Istituto ad aspettative e necessità dell'utenza, la costruzione di un nuovo sistema di documentazione e che avevano portato - tra l'altro - alla redazione di un Manuale della qualità in seguito periodicamente aggiornato.


l'IRRE Toscana è membro associato EFQM

 



* al 10 marzo 2005 erano 31 le organizzazioni italiane che avevano ricevuto il riconoscimento "Committed to Excellence":

  • 14 aziende
    (fra cui Trenitalia e Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari di Trento)
  • 17 scuole
    (IPSSAR "A. Saffi" di Firenze, DD 8° Circolo di Modena, IIS "Veronica Gambara" di Brescia, ITI "Leonardo da Vinci" di Firenze, ITSC "G. Galilei" di Firenze, LS "A. Vallisneri" di Lucca, IC "John Lennon" di Sinalunga, IPSSTCP "Sandro Pertini" di Lucca, ITCS "Aldo Capitini" di Agliana, ITCS "Giuseppe Peano" di Firenze, SMS e CTP "Giovanni Fattori" di Rosignano Solvay, SMS e CTP "C. Del Prete - De Nobili Mutigliano" di Lucca, IPSSCTGAS "L. Einaudi" di Grosseto, ISI "Barga" di Lucca, ITIS "G. Galilei" di Viareggio, LS "E. Fermi" di Cecina, ISIS "Marco Polo" di Cecina)

 


dal rapporto di validazione EFQM del 2005


Parte 1 - Osservazioni generali del Validatore

Sintesi della performance dell'organizzazione candidata a fronte dei criteri per la validazione, ovvero se l'attuazione delle azioni di miglioramento raggiunge il profilo RADAR minimo richiesto.

L'Organizzazione candidata ha superato il profilo RADAR minimo richiesto.

Una disamina di eventuali temi ricorrenti individuati durante il processo di validazione: per esempio, appropriatezza delle iniziative di miglioramento alla situazione dell'organizzazione, approccio sistematico al deployment, utilizzo efficace delle verifiche dei progressi, misura dell'impatto o dei vantaggi delle azioni di miglioramento.

Le iniziative scelte, allocate in un contesto istituzionale difficile, risultano fondamentali per l'Istituto e ben integrate sia con le sue strategie di lungo periodo sia con le sue esigenze a breve-medio periodo (quali l'accreditamento regionale e l'immagine verso le Scuole clienti). Il Gruppo qualità (sostenuto dal Direttore, molto affiatato e raccordato a tutta l'organizzazione con periodiche assemblee), ha seguito l'avanzamento complessivo delle tre iniziative; queste risultano condotte in modo sostanzialmente uniforme (anche la terza) con buon raggiungimento di quanto pianificato.

Eventuali punti di forza chiave individuati durante il processo (comunicazione, coinvolgimento, pianificazione, riesame, ecc.).

Dalle evidenze risultano punti di forza:
- aver osato affrontare, in tempi relativamente brevi, tre temi particolarmente rilevanti (che hanno coinvolto il rinnovo di molte risorse hardware e software e saturato gran parte delle risorse dell'Istituto) ottenendo notevoli risultati interni ed esterni e rappresentato un importante miglioramento per tutta l'organizzazione;
- un notevole impegno ed entusiasmo del Gruppo Qualità e dei partecipanti ai team di miglioramento delle tre iniziative con significativo coinvolgimento dell'intera organizzazione
- il deployment di progetti così rilevanti e il relativo avanzamento, con l'integrazione di tutte le diverse competenze e risorse dell'Istituto.

Aree da migliorare chiave sulle quali l'organizzazione potrebbe focalizzarsi: per esempio, rendere gli approcci più strutturati o sistematici, o rafforzare il rapporto fra iniziativa di miglioramento e risultati.

Importanti opportunità di miglioramento possono derivare da:
- una più precisa definizione degli obiettivi (anche di quelli 'intangibili');
- una pianificazione con maggior analisi delle fasi critiche e traguardi intermedi meglio misurabili, anche per ridurre l'entità degli scostamenti e le implicazioni conseguenti;
- un uso più strutturato e completo di misurazioni (specie quelle qualitative e quelle di impatto), per poter incrementare l'apprendimento ed il miglioramento in modo più forte e sistematico;
- una maggior consapevolezza del 'meta-processo' di miglioramento;
- una maggior attenzione verso l'esplicitazione e l'analisi dei legami del sistema;
- una più forte valorizzazione, anche vs. l'esterno, dei risultati ottenuti.

Indicazioni sui vantaggi che l'organizzazione candidata potrebbe ottenere da una nuova partecipazione al programma Committed to Excellence al fine di sviluppare ulteriormente l'utilizzo e la conoscenza del modello, oppure su quelli ottenibili, grazie al grado di sviluppo raggiunto dal suo sistema di management, dalla partecipazione al programma Recognised for Excellence.

L'Organizzazione si dichiara molto convinta di voler far tesoro di quanto appreso e proseguire il percorso per la qualità, ritenendo questa cultura uno strumento importante per raggiungere i propri obiettivi strategici, anche in relazione allo specifico progetto aQUa che ha contribuito ad avviare su scala regionale.