risoluzione ottimale schermo: 800x600

ARTICOLAZIONE DEL PROGETTO

Perché si sviluppi una autentica "cultura della legalità" bisogna partire dalla consapevolezza che il valore sotteso nell'idea di legalità è contestuale alla sua natura storica e situazionale , alle condizioni socio economiche in cui si sviluppa, e che pertanto è modificabile non solo in tempi storici ma anche nell'arco dell'esistenza individuale e nei processi di costruzione della identità.

L'idea e la cultura della legalità vanno pertanto costruite in maniera continua, e non solo durante il percorso formativo, in modo da offrire l'opportunità dello sviluppo di una consapevolezza critica dell'esistenza del problema.

Pertanto con il progetto si intende fornire un percorso di formazione in servizio rivolto a docenti attraverso l'uso concreto e in situazione di alcune metodologie, intese a stimolare la riflessione sulle esperienze.

A tal fine sarà necessario partire dal presupposto che l'idea di legalità va costruita durante il percorso formativo stesso sfruttando sia le competenze "alte" degli esperti sia le competenze acquisite dai docenti durante la loro attività di insegnamento per giungere ad una riformulazione pensata, cosciente e strutturata di una nuova idea di legalità scaturita dal confronto.

Posto questo primo percorso del progetto come caratterizzato da una sua necessaria condivisione consapevole, sarà poi necessario affrontare, nell'ottica della trasversalità e sempre con lo stesso spirito di costruzione di un percorso aperto, il confronto sul ruolo e la funzione della scuola dal punto di vista strutturale. Tale studio potrà offrire un forte contributo perché l'educazione alla legalità diventi prassi quotidiana, facendo assumere atteggiamenti che informino i rapporti interpersonali contribuendo a modificare la qualità della vita. Successivamente i docenti coinvolti sperimenteranno con gli studenti il materiale prodotto nelle fasi precedenti raccogliendo ansie, aspirazioni, preoccupazioni, spinte ideali, aspettative e proposte che provengono dai giovani, nella consapevolezza che essi sono contemporaneamente elemento di innovazione ma anche specchio della società in cui viviamo.

Occorre saper "leggere" i giovani per renderci conto dei valori e dei disvalori esistenti, percepiti ed assunti nella loro realtà. Bisogna che gli studenti possano raccogliere il testimone della comune identità culturale responsabilizzandosi all'esercizio della autonomia intellettuale per realizzare il loro diritto di cittadinanza in una prospettiva di partecipazione individuale attiva, armonica, autoprogettata in una società che cambia.