Progetto - Contenuti - Peculiarità - Finalità e obiettivi

Il Progetto
Il progetto Multiverso è un percorso triennale (2000-2003) di formazione sulla multimedialità e sull'ipertestualità nella pratica didattica, rivolto a docenti di ogni ordine e grado di istruzione (dalla scuola dell'infanzia alla scuola secondaria superiore) di tre province della Toscana: Livorno, Prato e Siena.

Il contenuto
Il contenuto è rappresentato da un ipertesto in rete, aperto e condiviso, creato attraverso i progetti multi/inter/transdisciplinari ideati e sviluppati all’interno delle proprie scuole (di ordini e gradi diversi) da docenti di tre province pilota, dopo un percorso di formazione comune che abbia previsto anche una riflessione iniziale sul ruolo della multimedialità e scrittura ipertestuale rispetto agli assetti culturali propri del sistema scuola.

Il tema scelto per il corpus ipertestuale è: il tempo. Come evidente, si tratta di una tematica di grande rilevanza e di forte valenza poliedrica, che quindi favorisce percorsi sperimentali innovativi sia rispetto alla riflessione disciplinare e curricolare sia nel senso di uno sviluppo della dimensione reticolare. L'articolazione del tema e quindi dello stesso corpus ipertestuale è oggetto di discussione all'interno del percorso di formazione.

Peculiarità del progetto:

  1. l'ottica con cui si affrontano le nuove tecnologie: non solo come sussidio nel processo di apprendimento, fonte di informazione e mezzo di diffusione, ma soprattutto come diverso modo di articolare la conoscenza;
  2. il prodotto: "il tempo", un ipertesto su un unico grande tema, in rete, aperto, costruito a più mani da alunni e docenti;
  3. l'alto numero di scuole coinvolte;
  4. l'avvio - a fianco del progetto regionale - di un progetto di formazione europeo, che coinvolge scuole di cinque Paesi.

Finalità e obiettivi

    • Promuovere nella scuola lo sviluppo di "un assetto culturale all’interno del quale la dimensione disciplinare e quella reticolare (dei saperi trasversali e dei collegamenti fra le diverse aree) costituiscano i poli di un campo di tensioni costruttive"
    • diffondere tra formatori, docenti e studenti l’uso delle nuove tecnologie, non solo come sussidio nel processo di apprendimento, fonte di informazione, mezzo di diffusione e comunicazione, ma ancor più come modo diverso di articolare e costruire la conoscenza.
    • diffondere e affermare l'ipertestualità e la multimedialità, nei loro aspetti che valorizzano i saperi trasversali e i collegamenti fra le diverse aree del sapere, come modelli di riferimento nei contesti di apprendimento e in particolare nella formazione dei docenti
    • favorire nei processi formativi, grazie alla pluralità di prospettive e alla variabilità di percorsi innescate dalla dimensione ipertestuale, l'educazione alla complessità e la flessibilità cognitiva
    • valorizzare nella formazione degli insegnanti un ripensamento dei saperi e dei curricoli in senso verticale e trans/multi/interdisciplinare
    • promuovere nella formazione degli insegnanti un approccio e una metodologia che abbiano come presupposto il coinvolgimento attivo e lo sviluppo dell’autonomia (co-operative learning, metodologia della ricerca-azione…)
    • sviluppare sussidi didattici, materiali, unità didattiche, moduli e percorsi per la formazione continua, basati sull’esperienza sviluppata attraverso il percorso di ricerca-azione previsto dal progetto
    • realizzare forme sperimentali di progettazione integrata con il territorio, con il coinvolgimento di mediateche e centri di documentazione presenti nelle diverse aree coinvolte
    • creare un corpus ipertestuale in rete, aperto e condiviso