Questa è la pagina della "ricreazione": un'area dove potete raccontare episodi buffi, aneddoti, "incidenti interculturali" che vi sono capitati personalmente o ai quali avete assistito sia durante il vostro lavoro ( o frequentando il nostro corso!) sia durante i vostri viaggi o i vostri soggiorni all'estero…
Potete segnalare le "perle" dei giornalisti, barzellette, vignette particolarmente carine.
….mi raccomando siamo in pausa caffè…..non facciamo tanto i seri!!!!

scrivi......

Le sezioni:

Andatevi a vedere.... (film, dvd, Web...) Leggetevi.....(libri, racconti anche sul WEb)
Sapete cosa mi è successo? (episodi personali, aneddoti, esperienze,incidenti Ti ricordi quando?...(foto, immagini)
Vai avanti tu che mi vien da ridere....."perle" di giornalisti, esperti e scrittori, barzellette.. Mi passi la ricetta? la cucina nel mondo, esperimenti (riusciti o meno...), ricette della nonna..

 

 


Quando sei nato non puoi più nasconderti di Marco Tullio Giordana (Italia, 2005)

Sandro ha dodici anni e una vita spensierata in una piccola cittadina di provincia. Un giorno, durante un viaggio in barca nel Mediterraneo con il padre Bruno, cade in acqua e non riescono a raggiungerlo prima che sparisca tra le onde. Viene ripescato da uno scafo su cui sono imbarcati dei clandestini che fanno rotta verso l'Italia, sperando in una vita migliore e nel miraggio di un lavoro per poter mantenere le loro famiglie. Tra gli emigranti ci sono due fratelli rumeni, Radu e Alina. Hanno la stessa età di Sandro e tra i tre ragazzi si stringe un rapporto che somiglia sempre più ad un'amicizia, nonostante le diversità e la lingua diversa. Sandro si sente vicino a loro, e soprattutto ad Alina, così bella ai suoi occhi di adolescente. E' l'età adulta che irrompe nella sua vita, mostrandogli lo squallore e la crudezza della realtà e costringendolo a guardare il mondo con occhi diversi...

Sognando Beckham di Gurinder Chadha

Jesminder, indiana residente in Inghilterra, ha 18 anni e una grande passione per il calcio. La ragazza, che ha come idolo il calciatore Beckham e sogna di diventare come lui, durante una delle partitelle giocate nel parco incontra Jules, giocatrice della squadra locale, che le offre di giocare con lei il torneo estivo. Jess dovrà scontrarsi ora con la ferma opposizione dei genitori, le cui tradizioni impediscono loro di accettare per la loro figlia uno sport “alieno”, e per di più tipicamente maschile, come il calcio...

East is east (1999) di Damien O' Donnel

Nell’Inghilterra anni ’70 un pakistano, immigrato ormai da anni, è sposato con una donna inglese dalla quale ha avuto sette figli. Ben radicato nelle sue tradizioni, l’uomo vuole costringere i figli al suo volere, riuscendo, invece, a ottenere soltanto grosse spaccature all’interno della famiglia.

Viaggio a Kandahar di Mohsen Makhmalbaf

Nafas è una giovane donna afgana, fuggita dal suo Paese durante la guerra civile dei Talibani e rifugiatasi in Canada, dove lavora come giornalista, impegnata nell'ambito sociale e nella rivendicazione dei diritti delle donne, riceve una lettera disperata di sua sorellina, priva di gambe e rimasta a casa in Afghanistan, in cui le comunica di volersi togliere la vita. Nafas, decide così, di far ritorno in Afghanistan per salvare la sorella.

Un’anima divisa in due (Italia 1993), di Silvo Soldini

Un amore impossibile tra un milanese e una rom. Il film racconta l’incontro con la diversità attraverso una storia d’amore ricca di spunti significativi. Vai alla scheda del film

L’albero dei destini sospesi (Algeria-Italia 1997), di Rachid Benhadij

Samir è un ragazzo marocchino immigrato in Italia. Come tanti, lavora come sguattero e cerca di imparare l’italiano. In un centro commerciale si imbatte in Maria, delusa dalla vita. I due partono insieme per il Marocco. Il viaggio li farà innamorare, ma il destino di chi smarrisce l’identità è sospeso

Cortometraggi sul tema del dialogo interculturale vincitori del concorso Euromed café

EuromedCafé è o un forum d’immagini e suoni. Tutti gli anni la Fondazione Laboratorio Mediterraneo, grazie ai concorsi "Altri Sguardi" ed "Altri Suoni"seleziona dei cortometraggi e delle canzoni sulla tematica del dialogo interculturale. I cortometraggi e le canzoni sono diretamente fruibili sul sito www.euromedcafe.org. Si segnala in particolare nella sezione dei vincitori del 2004, il cortometraggio "La fune" di Alessandro Leone. Vai al video

 

torna su


Il cacciatore di aquiloni di Khaled Hosseini
Edizioni Piemme

“Guardai verso oriente e mi sorpresi a pensare che, al di là di quelle montagne, Kabul esisteva veramente e non era solo un mio antico ricordo. Oltre quelle montagne dormiva la città dove avevo lanciato gli aquiloni con il mio fratellastro dal labbro leporino. Al di là di quelle montagne l’uomo con gli occhi bendati che avevo visto in sogno era morto di una morte insensata. Un tempo, laggiù avevo fatto una scelta. E ora, dopo un quarto di secolo, quella scelta mi aveva riportato qui, nella mia terra.”

La figlia dell’aggiustaossa
Amy Tan
Universale Economica
vai alla scheda del libro

Gino Strada: Bukashì- Viaggio dentro la guerra , Feltrinelli

La buskashì è il gioco nazionale afgano: due squadre di cavalieri si contendono la carcassa di una capra decapitata. È un gioco violento e senza regole: l'unica cosa che conta è il possesso della carcassa, o almeno di quello che ne resta, al termine della gara. È come il tragico gioco a cui partecipano i numerosi protagonisti del conflitto afgano, una partita ancora in corso, solo che al posto della capra c'è il popolo dell'Afganistan. Buskashì è la storia di un viaggio dentro la guerra, che ha inizio il 9 settembre 2001, con l'assassinio del leader Ahmad Shah Massud, due giorni prima dell'attentato di New York. Un viaggio 'clandestino' per raggiungere l'Afganistan mentre il Paese viene abbandonato da tutti gli stranieri e si chiudono i confini. L'arrivo nella valle del Panchir, l'attraversamento del fornte sotto i bombardamenti per raggiungere Kabul alla vigilia della disfatta dei talebani, la conquista della capitale da parte dei mujaheddin dell'Alleanza del Nord, la Kabul 'liberata': l'esperienza della guerra vista dagli unici testimoni occidentali della presa di Kabul.

 

torna su


Estella Lombardi ci ha inviato un breve articolo pubblicato sul numero di INFORMAQ4 - giugno 2001 -mensile del Q4 di Firenze, a seguito di un'iniziativa realizzata in collaborazione con l'ufficio refezione P.I. del Comune di Firenze su menù equilibrati ed interculturali.
Estella dice che fu scritto di getto a conclusione di un'esperienza molto intensa e stressante, a fine anno.

Per leggere il testo clicca qui.

torna su


Saranno famose..... o meglio, piccole geniette crescono...

da un vecchio album di foto guardate un po' che cosa è spuntato fuori: le riconoscete?

vai alla foto

---------------------

Festa dell'amicizia fra i popoli europei ed arabi organizzata dalla Mariapoli di Loppiano (Fi) in collaborazione con la comunità marocchina di Figline Valdarno

vai alle foto

torna su


I ragazzi ci guardano e ci ascoltano...Girando in rete ho trovato diverse raccolte di "perle" degli insegnanti e dei compagni. Ve ne segnalo alcune...

E' ottuso come un angolo retto Stupidario dei ragazzi

Number F! Stupidario dei professori.

Immaginario reciproco


dalla lezione n. 20 del famosissimo Katerinov, La lingua italiana per stranieri, Perugia,
Ed. Guerra, 1985, pp. 361-362

"Ann: Prima credevo che tutti gli italiani fossero bassi, avessero occhi e capelli neri, suonassero la chitarra e cantassero con belle voci, si
esprimessero più con i gesti che con le parole, che facessero la corte a
tutte le ragazze e che mangiassero spaghetti a pranzo e a cena. Ben presto,pero', mi sono accorta che erano tutti luoghi comuni [...]"

"Quando da noi si parla degli italiani, si pensa di solito a quelli di mezza età e soprattutto del Sud. Si dimentica che esistono tanti giovani che invece non si distinguono da quelli di altri paesi. "

-----------------

Valentino Castaldo
Gli extracomunitari diventano serbatoio appetibile di consensi

Il messaggero, cronaca di Roma, sabato 28 aprile 2001

I cittadini stranieri residenti a Roma che hanno ottenuto la cittadinanza italiana, stanno diventando, agli occhi dei candidati politici, sempre più appetibili.
(..................)

Un cittadino che è stato "straniero" e ora è cittadino italiano rimane "extracomunitario" per tutta la vita. Fino alla settima discendenza?

torna su


Riso alla Cantonese (Cina)

Falafel (ricetta araba)

Salsa alla chimicurry (Argentina)

Cous cous alle verdure (Marocco)

------


Riso alla cantonese (Cina)

Ingredienti
Per quattro persone
250g riso superfino Arborio
200g piselli extra fini freschi sgranati
80 g di prosciutto tagliato a dadini
3 cucchiai di olio di semi di sesamo
1 uovo
1 cucchiaio di salsa di soia
sale e pepe
Bollite i piselli in acqua salata per circa 5 minuti. A parte cuocete il riso per 10 minuti.

Cuocete l'uovo in una padella larga o in wok unto con l'olio, aggiungendovi un pizzico di sale e di pepe e strapazzando fino a cottura.

Unite il riso, i piselli, il prosciutto a dadini e fateli saltare, facendoli insaporire per qualche minuto.

Aggiungete la salsa di soia e, se necessario, un po' di acqua. Aggiustate di sale e servite ben caldo.


-----------------------------------------------------------------------

Falafel (ricetta araba)

Ingredienti
Per quattro persone
350 g ceci secchi
1 spicchio d'aglio
1 piccola cipolla
10 g coriandolo fresco
1 limone
1 cucchiaino di cumino in polvere
1 pizzico curcuma
semi sesamo
sale e pepe
3 dl olio

Mettete a bagno i ceci per almeno otto ore prima di lessarli in abbondante acqua leggermente salata.

Schiacciate i ceci cercando di privarli delle bucce fino a ottenere un composto piuttosto omogeneo; aggiungete l'aglio, la cipolla e il coriandolo tritati finemente e mescolate. Unite successivamente il cumino, la curcuma, il succo del limone, sale e pepe a piacere, continuando a mescolare fino a ottenere un impasto uniforme, che andrà fatto riposare per circa 30 minuti.

Trascorso il tempo indicato, verificare la consistenza dell'impasto, prendendone una piccola porzione con le mani e formandovi una pallina: se questa si sbriciola aggiungete pochissima acqua; se è troppo molle aggiungere della farina poco per volta.

Preparate delle polpettine rotonde che cospargerete con i semi di sesamo.

Versate l'olio in una padella e portatelo a temperatura di frittura. Immergervi le polpette finché non siano ben dorate; scolatele dall'olio di frittura e servitele ancora calde.

---------

Salsa alla chimicurry (Argentina)


olio di oliva 4 cucchiai
pepe nero 1 cucchiaino
aceto 1 tazza
origano 1 cucchiaino
chili in polvere 4 cucchiai
spicchi di aglio schiacciati 4
sale
alloro

Versare gli ingredienti in una bottiglia.
Agitare con molta forza e lasciare riposare in un luogo fresco e asciutto per 4 o 5 giorni.
La salsa va usata per carni di qualsiasi tipo cotte alla griglia.
E' buona anche sulle verdure grigliate.

(inviata da Federica Sbragia)

---------

Cous Cous alle verdure (Marocco)

per due persone:

olio di oliva, 2 carote, 2 zucchine, una cipolla, cous cous pre cotto (1 tazza)

Tagliare le carote e le zucchine a dadini, tritare la cipolla.

Soffriggere la cipolla in olio abbondante; aggiungere prima le carote e farle rosolare leggermente, infine aggiungere le zucchine e continuare la cottura a fuoco vivace mescolando frequentemente.

Mettere il cous cous in una padella con un po' d'olio e farlo tostare leggermente, spegnere e aggiungere acqua bollente (il rapporto è 1 di cous cous 2 di acqua)

 

 

torna su