ISTITUTO REGIONALE DI RICERCA EDUCATIVA DELLA TOSCANA
PROGETTI ANNO 2001

ELEGIA

CODICE PROGETTO  
Anno di avvio del progetto 1997
Denominazione del progetto Educazione alla Legalità: un metodo per la ricerca di autonomia
Acronimo ELEGÌA
Eventuale sito internet http://www.irre.toscana.it/elegia

Sito "in progress" curato dall'IRR(SA)E Toscana con link di collegamento da Regione Toscana, Libera e Associazione Memoria: pubblicizzazione di script atti e dei percorsi operativi; attivazione di una rete di scuole per la documentazione on e off line di esperienze didattiche: pagine web, mailing list, utilizzo del software "Esperienze" e della banca dati GOLD, predisposti dall'Istituto Nazionale di Documentazione per l'Innovazione e la Ricerca Educativa (INDIRE, ex BDP).
Area progettuale AUTONOMIA
Destinatari del progetto Dirigenti Scolastici, Docenti, Alunni, Operatori e Utenti Centri Territoriali del sistema scolastico della Toscana.

  • Attività di ricerca/azione su 17 scuole, individuate secondo criteri territoriali e ambientali, della Regione Toscana di ogni ordine e grado di cui: tre Istituti Comprensivi con Studenti dai 3 ai 14 anni (Scuola materna, elementare e Media); quattro C.T.(Centri Territoriali per l'Educazione degli Adulti); una Scuola Media di I° Grado; nove Scuole Medie di II° Grado rappresentanti i professionali, tecnici e licei.
    1. C.Territoriale e Direzione Didattica 3° Circolo - AREZZO
    2. Istituto Tecnico Commerciale (ITC) "Galileo/Einstein" - FIRENZE
    3. Liceo Scientifico "Guido Castelnuovo" - FIRENZE
    4. Istituto Comprensivo "Paolo Uccello" - FIRENZE
    5. C.Territoriale e Circolo Didattico di Follonica - GROSSETO
    6. C.Territoriale e Direzione Didattica 3° Circolo - GROSSETO
    7. Istituto Tecnico per Geometri (ITG) "B.Buontalenti" - LIVORNO
    8. Istituto Professionale per i Servizi Commerciali e Turistici e Grafico Pubblicitari (IPSSCTEGP) "G. Marconi" Viareggio - LUCCA
    9. Ist.to d'Istruzione Sup.re L. Scientifico e I.P. Industria e Artigianato "Michelangelo" - Forte dei Marmi - LUCCA
    10. Liceo Scientifico "E. Fermi" - MASSA
    11. Istituto Comprensivo "R. Fucini" - PISA
    12. Is.to P.le Servizi Alberghiero e Ristorazione ( IPSAR) "Martini" Montecatini Terme - PISTOIA
    13. C.Territoriale e Scuola Media "G. Chini" Montecatini Terme - PISTOIA
    14. Istituto Professionale Industria e Artigianato "Pacinotti" - PISTOIA
    15. Istituto Comprensivo di Borgo a Buggiano - PISTOIA
    16. Istituto Comprensivo "Convenevole da Prato" - PRATO
    17. Liceo Scientifico "G. Galilei" - SIENA

2001
La prospettiva è quella di ampliare le scuole e i C.Territoriali partecipanti della Toscana e delle altre regioni e costituire una rete e indirizzare i progetti futuri ai temi delle regioni europee
Finalità generali e obiettivi specifici del progetto
  • favorire la maturazione democratica individuale e collettiva
  • recuperare il senso del vivere sociale
  • determinare il nuovo rapporto tra i cittadini ed istituzioni attraverso la comprensione del senso delle regole e del sistema democratico
  • sperimentare nuove forme di educazione a partire dagli interessi reali dei giovani
  • consentire nuove "capacità progettuali" nella scuola dell?autonomia
  • promuovere nuovi strumenti di lettura della realtà
Descrizione del progetto IDEA:
  • Tre Tecnici IRRSAE si incontrano, mettono a confronto le proprie esperienze di vita, sia come cittadini che come responsabili di offerta formativa. Da questo incontro nasce l'idea di un percorso che si ponga l'obiettivo - o l'utopia - di attivare un progetto che favorisca la formazione del cittadino "consapevole, riflessivo, partecipante, coinvolto, democratico" in contrapposizione alla drammatica emergenza della micro e macro criminalità organizzata che domina la vita degli individui ed è capace di perpetuarsi attraverso le generazioni. Da qui l'esigenza di riflettere sulla possibilità di offrire alle future generazioni modalità educativo-formative che consentano loro una valutazione autonoma dei valori fondanti del vivere sociale.
  • Da questo nucleo originale, parte la fase di precisazione ed approfondimento in cui ll'IRRE, come istituzione accetta la sfida proprio nel particolare momento storico in cui si afferma e si precisa il concetto di autonomia scolastica, intesa come nuovo atteggiamento lavorativo ed organizzativo - e coinvolge altri Enti sensibili e già attivi sul tema come l'associazione LIBERA e la Regione Toscana
  • Cosa risponde l'IRRE?, - Che iniziative prende? - - Come si arriva al 1° seminario di ELEGìA? - Chi partecipa? - Quali risposte della scuola?

TEMA:
Progetto ELEGÌA (acronimo di Educazione alla LEGalità In Autonomia)
Educazione alla legalità: un metodo per la ricerca di autonomia promosso da Regione Toscana, (IRRSAE) IRRE Toscana e Associazione LIBERA, per offrire interventi di formazione in servizio a docenti e dirigenti scolastici sul tema dell'educazione alla legalità.

STRATEGIE:
  • Concertazione interistituzionale
  • Monitoraggio in itinere delle attività di ricerca/azione
  • Documentazione in itinere mediante un sito Internet in progress
  • Valutazione e autovalutazione continua dell'andamento del progetto mediante materiali strutturati condivisi
  • Offerta di itinerari formativi di approfondimento
  • Realizzazione assistita di progettazione


ASPETTI PARTICOLARMENTE SIGNIFICATIVI:
  • L'impostazione innovativa fin dalla fase iniziale viene avviata con un seminario di riflessione e stimolo:
  • Seminario rivolto al mondo della scuola ed alle istituzioni pubbliche e private sulle tematiche:
    • Il senso delle regole nel sistema democratico
    • Formazione e legalità: competenze e percorsi
    • Bisogni di legalità: il ruolo della scuola
    • Legalità, valori, contesti di apprendimento
    • Percorsi di Educazione alla Legalità realizzati dalle scuole
  • Ricerca di un metodo di autonomia che favorisca la "ricerca" della cittadinanza
  • costituzione di rete ai fini di indirizzare i progetti futuri ai temi delle regioni europee
  • Promozione e realizzazione di una offerta integrata interistituzionale tra il sistema scolastico IRRE, la Regione Toscana e l'Associazione LIBERA per il mondo formativo. Tre istituzioni coinvolte, nei loro diversi campi di competenza, i diversi ambiti di intervento, che hanno messo a disposizione risorse umane, materiali e finanziarie. Insieme hanno assunto come impegno comune quello di suscitare la possibilità di una vasta percezione del problema, non solo nella scuola ma anche nel territorio, circa il valore che può rivestire l'educazione alla legalità per la crescita democratica, civile, del nostro Paese.
  • Processo di integrazione in un sistema di rete con l'obiettivo di fornire risposte efficaci e differenziate ai diversi bisogni dell'utenza. Il carattere integrato dei progetti e degli interventi costituisce il motivo ispiratore di una strategia tendente ad assicurare la funzione "inclusiva" del sistema scuola-territorio.
  • Ricerca e l'applicazione innovativa di tre livelli di approfondimento documentativo dei progetti all'interno sito Internet in progress:
    1. presentazione dell'elemento caratterizzante di ogni percorso per l'immediatezza del "cosa si tratta"
    2. produzioni di schede, prodotti, materiali elaborati dalle scuole durante la ricerca azione, per garantire il rispetto dell'organizzazione "mentale" di ogni singola scuola partecipante
    3. standardizzazione, con linguaggio controllato utile alla costituzione di una banca dati delle esperienze delle scuole Toscane e d'Italia. Tale standardizzazione cerca di favorire la diffusione della cultura della documentazione, basandosi sul sistema "GOLD" (Global On Line Documentation) predisposto dall'Istituto Nazionale di Documentazione per l'Innovazione e la Ricerca Educativa (I.N.D.I.R.E., ex B.D.P.)
  • Sito internet realizzato in progress per favorire l'applicazione operativa di una nuova cultura dei media.. un mondo fatto di "subitaneità", un mondo dove "il tempo" è cessato, "lo spazio" è svanito dove il processo educativo viene registrato dalla sua memoria storica all'azione in corso. Il soggetto che ne usufruisce non trova sul sito un percorso realizzato ma un continuum consultabile di offerta e di aggregazione garantita dall'attività di valutazione del gruppo di lavoro e del comitato scientifico del progetto di Elegìa.
istituzioni eventualmente coinvolte nella
  • progettazione
  • realizzazione
  • gestione delle risorse
Progettazione-Realizzazione-Gestione delle risorse in partneship con:
  • Regione Toscana U.O.C. Centro Legalità Democratica
  • Libera Associazione, nomi e numeri contro le mafie
  • IRRE Toscana
  • Associazione Memoria

2001 Scuole della Toscana di ogni ordine e grado ed alcuni Centri Territoriali EdA ed i servizi territoriali connessi.
Mese e anno in cui si prevede la conclusione del progetto  
Stato di attuazione del progetto al 31.12.2000 I° FASE effettuata dal luglio al dicembre 1999
  • Progettazione;
  • costituzione dello Staff di monitoraggio della ricerca/azione e costituzione del gruppo di ricerca/azione;
  • costituzione del Comitato Scientifico;
  • Attuazione del seminario 9-12-1999 "Scuola e legalità: i bisogni e le esperienze" - "Il senso delle regole nel sistema democratico" - "Formazione e legalità: competenze e percorsi" - "Bisogni di legalità: il ruolo della scuola" - "Legalità, valori, contesti di apprendimento" - "I gruppi di ricerca-azione attivati" - "Determinare un nuovo rapporto tra cittadini ed istituzioni" . Le relazioni degli interventi seminariali sopra elencati sono inseriti nel sito Internet in progress di Elegìa
  • individuazione di scuole partecipanti ai seminari;
  • preparazione di questionari per la rilevazione dei bisogni di "educazione alla legalità" nell'ambito della ricerca/azione;
  • preparazione di modalità documentaria; cartacea; telematica;
  • riflessione da parte dello Staff sui bisogni rilevati nel gruppo di ricerca/azione e individuazione di possibili percorsi.
II° Fase (effettuata dal gennaio al luglio 2000)
  • fase avvio nelle scuole della ricerca-azione;
  • percorso su tematiche di approfondimento teorico;
  • Monitoraggio in itinere della ricerca-azione;
  • Produzione di materiali di sintesi, inseriti nel sito Internet (strutturati in progress).
Principali attività previste per l'anno 2001 III Fase (2000/2001)
  1. Costituzione di una rete di relazioni fra docenti e docenti, alunni e alunni, scuola e genitori;
  2. . Attivazione della sperimentazione del curricolo elaborato e sua sostanzializzazione;
  3. Riflessione sui contenuti e le metodologie scelte in fase sperimentale al fine di evidenziare la connessione con i mutamenti degli atteggiamenti degli studenti, per giungere ad una ipotesi di curricolo validato.
  4. Verifica e validazione finale
  5. Pubblicizzazione dei moduli didattici utilizzati durante il percorso formativo.
  6. Studio di fattibilità per l'attivazione di gruppi di riflessione al fine di estendere l'educazione alla legalità in tutta la scuola dell'obbligo
  • Ad ogni scuola, in base alla propria realtà territoriale scolastica sono suggerite come linee di orientamento per la progettazione e la partecipazione alla "ricerca-azione" tre tipologie di problematiche:
    1. "Oltre una concezione proibitiva della legge: aspetti positivi e propositivi".
    2. "Educazione alla legalità e:
      • Educazione alla Legalità e Memoria
      • Educazione alla Legalità e Ambiente
      • Educazione alla Legalità e Globalizzazione
    3. Rapporto interistituzionale:come l?educazione alla legalità si è sviluppata attraverso la collaborazione con gli Enti locali, le Forze dell?Ordine, la Giustizia, le Associazioni di volontariato.."
  • Nello svolgimento del progetto un particolare rilievo sarà dato alla raccolta di una documentazione che permetta di diffondere e confrontare le esperienze e di individuare i risultati nel loro complesso.
  • Durante il percorso verranno proposti ai docenti una serie di incontri organizzati come "gruppi di lavoro orientati", volti all'approfondimento di alcune tematiche rilevanti sia per la definizione dei contenuti dei progetti sia per la loro realizzazione con gli studenti. Le tematiche di riflessione e lavoro orientato al prodotto saranno le seguenti:
    1. "Crescere e cambiare tutta la vita" (Coo.tore Dr.S.Calamnadrei)
    2. "Giovani e parteciapzione: appassionarsi" (Coo.tore Prof. C.Sorrentino)
    3. "Educazione alla cittadinanza e alla legalità all'interno delle discipline e proposte di attività interdisciplinari" (Coo.re Prof. G.Tassinari)
    4. Il percorso è costituto dalla collaborazione, offerta in modo decentrato ai docenti e agli studenti che si armonizzi con la proposta progettuale della singola scuola, consistente in "incontri/gruppi di lavoro con docenti e/o studenti" tenuti da Enti (funzionari della Questura), da Associazioni di Volontariato (Memoria, Libera, Centro Servizi Volontariato Toscano
  • Pubblicazione dei prodotti del prgetto Elegìa
Ricaduta prevista alla conclusione del progetto
  • Pubblicazione del progetto Elegìa

Coordinatore IRRE del progetto Daniela Succi e Valeria Succi
gruppo operativo
  • Gastone Tassinnari (docente Universitario)
  • Andrea Biondi (funzionario del Centro di documentazione Cultura Legalità Democratica Regione Toscana)
  • Rosaria Bortolone (dirigente scolastico e referente regionale LIBERA)
  • Mariella Magi (Associazione Memoria)
  • Daniela Succi, Valeria Succi (Coordinatori e Tecnici Educativi - IRRE),
  • Alberto Moreni (Aspetti documentativi Internet- IRRE)
  • Anna Giovene (Collaboratore amministrativo- IRRE)

Indice dei progetti 2001