I beni culturali
La finalità che riassume tutte le altre è quella della formazione: essa si cura di individuare i mezzi i procedimenti, la mediazione per formare competenze che riguardino i beni culturali in quanto oggetti, in quanto strumenti, in quanto fini. Non si contenta né della fruizione dei beni culturali, né della trasmissione di informazioni o di conoscenze rispetto ad essi, né della capacità espressiva ispirata dai beni culturali. Per questo non coincide con le pratiche divulgative e di insegnamento che si limitano a trasmettere, e si differenzia dalla educazione alle arti.
Perciò essa si orienta a studiare il modo in cui si organizzano i processi di insegnamento e di apprendimento centrati sui beni culturali. E, di conseguenza, essa deve fare i conti con il problema della della qualità e della modalità di produzione dei materiali didattici (schedari,libri, mostre, prodotti multimediali) che permettano di realizzare i processi edi fungere da motori della costruzione di conoscenze e competenze. Il che impone di impostare progetti di formazione sia degli operatori didattici da coinvolgere nella produzione dei materiali e nella realizzazione dei processi, sia degli insegnanti, allo scopo di renderli capaci di adempiere alla mediazione tra i beni culturali, i materiali e gli alunni. (Ivo Mattozzi)
.