Musei in internet
Di Mario Calidoni

In campo storico-artistico, e specificamente in quello museale, la rete appare uno strumento ideale per illustrare gli infiniti percorsi conoscitivi che costituiscono il sistema-museo.
Nella grande maggioranza dei casi i siti predisposti dai musei contengono solo sintetiche informazioni e brevi schede tecniche o modalità d'accesso, ma le realizzazioni più riuscite offrono servizi aggiuntivi e complementari ad una visita reale (banche dati dei beni posseduti, diversi percorsi mirati, attività didattiche interattive).
In questa direzione il sito Internet si pone come complementare rispetto ai servizi offerti al visitatore fisico del museo reale.
Il sito www.museionline.it costituisce uno dei principali motori di ricerca, per muoversi tra le istituzioni artistiche italiane (Premio alla Comunicazione 1998 per la produzione multimediale nei beni culturali).
Patrocinato dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, il sito consente di cercare e trovare il museo d'interesse, le mostre, gli eventi e le novità.
La ricerca può essere fatta secondo tipologia (museo archeologico, artistico, storico, ecc..) o per area geografica e, in questo caso, basta cliccare sulla cartina dell'Italia. Le icone del sito sono di facile comprensione e aiutano nella scelta di alcuni musei di diverso genere, secondo un criterio geografico che va da Nord a Sud attraverso le maggiori città italiane.

Nel XVIII i giovani aristocratici, soprattutto inglesi, vedevano nel viaggio in Italia, nel Tour un sicuro arricchimento dello spirito, un mezzo per forgiare la mente ma anche le maniere esteriori che formano il vero gentlemen, il fondamento per diventare un vero citizen of the world. Viaggiare serviva a guardare il mondo esterno, passato e presente, viaggiare per il gusto del sapere e del capire anche attraverso i luoghi e la gente.
Spesso le prime guide precisavano l'obbligo di "vedere ciò che deve essere visto", definendo così una sorta di gerarchie e segnalando alcune tappe obbligate sempre condizionate dall'amore per l'Antichità e il disprezzo per il Medioevo.
Attraverso Internet il viaggio virtuale odierno non ha più nessun obbligo, nessun vincolo di spazio o cultura. La traccia che lascia nell'esperienza di ogni persona non è però paragonabile ai sentimenti e alle emozioni descritte nei famosi diari di viaggiatori reali del passato e del presente.
Allora perché ha tanto successo la realtà virtuale? Che cosa offre ad ognuno di noi? Che cosa ci insegna in ambito storico-artistico?

Lettura delle pagine web

Per rispondere in parte a queste domande, è utile esaminare diversi siti di musei attraverso uno schema d'analisi strutturato nel modo seguente:

Informazioni generali e storia dell'istituzione
Mappa del sito
Contenuti proposti
(link proposti, arricchimenti e dinamicità, didattica e comunicazione)
Progetto grafico
(qualità delle immagini, comunicazione efficace, chiarezza o eleganza grafica)
Punto di forza/ Punto debole
Curiosità

Ecco alcuni esempi, al lettore lasciamo il gusto di visitare e analizzare altri musei a suo gradimento

A livello internazionale l'istituzione privata AMICO (Art Museum Image Consortium) gestisce l' "Archives and Museum Informatics" (www.archimuse.com) con sede a Pittsburgh, e organizza già da tempo una conferenza annuale internazionale dal titolo "Museums and Web" nel corso della quale viene assegnato il riconoscimento al miglior sito museale in Internet.
Il convegno americano costituisce un'importante occasione di confronto per quanto riguarda il rapporto tra i musei e la rete e cerca di premiare quelle realizzazioni in cui è più evidente il tentativo di non replicare semplicemente lo spazio del museo fisico reale ma di creare qualcosa di diverso.


Nell'anno 1998 è stato premiato il sito elaborato dal Moma: un esempio importante da tenere in considerazione.
Nell'anno 1999 la migliore realizzazione Web è risultata CyberAtlas: progetto del Guggenheim Virtual Museum, pensato come il tentativo di disegnare una mappa dello spazio cibernetico collegando anche visivamente i nessi possibili tra siti diversi tra loro.
Le mappe interattive tentano di non porsi più semplicemente come elenchi, pur ragionati e quindi utili, delle risorse presenti nel Web in determinati ambiti, ma come una possibilità di ricostruzione di senso a posteriori dello spazio virtuale.
Il rapporto tra le nuove tecnologie, Internet in particolare, e l'arte non è più riducibile solo ad una inarrestabile modernizzazione, né ad un'aggiunta di infrastrutture e servizi in nome dell'efficacia e dell'efficienza.

Museo d'arte contemporanea del Castello di Rivoli (Torino)
www.castellodirivoli.torino.it

Informazioni generali e storia dell'istituzione
La storia della collezione comincia nel recente 1984 e si sviluppa grazie a donazioni e raccolte di opere dei maggiori artisti contemporanei.
Nella Visita del Castello si trova anche una pagina dedicata alla storia e al restauro del Castello.

Mappa del sito
Attività: Dipartimento educazione, Visite guidate, Didattica per le scuole, Corsi e Stage
La Collezione: elenco degli Artisti in collezione
Visita del Castello e della collezione permanente: foto e descrizione degli spazi del Castello (esterno, scala, primo piano..) con relativi artisti esposti
Mostre temporanee: semplici schede descrittive con alcune foto (anche in versione inglese)
Appuntamenti: conferenze in programma e anticipazioni sulle prossime mostre
Pubblicazioni: elenco delle varie pubblicazioni con prezzi
Amici del Museo: informazioni sull'Associazione e modalità d'iscrizione
Opinioni e suggerimenti: collegamento diretto con la posta elettronica

Contenuti proposti
L'organizzazione dei contenuti si basa sui singoli artisti (es. Helmut Newton).
Di ogni artista presente a Rivoli, viene illustrata la biografia, le opere nella collezione, alcune foto e anche una breve bibliografia.
La Visita del Castello mostra i diversi spazi, ma si collega poi con le schede dei diversi artisti.
Anche per le mostre viene proposta solo una semplice descrizione generale.

Progetto grafico
La grafica di questo sito è molto semplice, lineare, di caricamento veloce.
Le opere di riferimento dei singoli artisti sono poche e piccole immagini a lato (senza la possibilità d'ingrandimento).
Le foto degli spazi del Castello sono più grandi ed esplicative.

Punto di forza
La bibliografia essenziale presentata per ogni artista della Collezione, sicuramente molto utile per un ricercatore o uno studente.

Curiosità
Descrizione della redazione Web.

Museo Civico Archeologico (Bologna)
www.comune.bologna.it/bologna/Musei/Archeologico

Informazioni generali e storia dell'istituzione
Nell'home page si trova una breve storia dell'istituzione. Inoltre sono offerte elencate informazioni generali, il libro degli ospiti e varie pubblicazioni in vendita da acquistare con un ordine prestampato solo da compilare ed inviare.

Mappa del sito
(versione italiana e inglese)
La collezione egiziana: molti temi conduttori sviluppati sulla base dei reperti della collezione
La collezione romana: reperti presentati a seconda dei diversi materiali
Altre collezioni
La collezione numismatica: archiviazione elettronica delle monete di diverse epoche con informazioni sulla schedatura, metodologie e operatori del progetto
La sezione etrusca: itinerari tematici con maggiore cura per il recente riallestimento
Percorsi didattici: percorso romano ed etrusco pensato per i bambini anche con giochi interattivi (ricostruzione del villaggio etrusco e domande su abitudini e strumenti di vita)
Mostre: presentazione della mostra "Gli antichi Ungari" del'98 con una mappa cliccabile per avere le visioni dei vari allestimenti
Mostra "Principi Etruschi": mostra in programma per ott. 2000 - apr. 2001(non ancora in corso, ma già attiva in rete con diverse pagine esplicative)

Contenuti proposti
Molti approfondimenti e diversi contenuti multimediali interessanti.
Il sito, oltre a fornire ogni tipo d'informazione su modalità di accesso, supporti didattici e strutture, illustra con chiarezza il carattere delle collezioni presenti.
Ampia e divertente, pur essendo storica e informativa, anche la parte dedicata alla didattica rivolta ai piccoli navigatori.

Progetto grafico
Ci sono continui rimandi e molte icone diverse che permettono vari percorsi tematici.
Le immagini d'alta qualità si possono sempre ingrandire e mostrano anche vari allestimenti delle sale espositive delle collezioni e delle mostre.

Punto di forza
Home page molto articolata che presenta caratteri innovativi nelle varie sezioni molto ampie al loro interno.

Curiosità
Quick time del video con ricostruzione virtuale di una tomba egizia come esemplificazione del programma di conservazione i cui rilievi sono conservati nel museo.

Galleria degli Uffizi (Firenze)
www.uffizi.firenze.it

Informazioni generali e storia dell'istituzione
Tre diverse sezioni dell'home page sono dedicate a informazioni (orari, prezzi e biglietti), notizie e storia dell'edificio e delle collezioni.

Mappa del sito
(versione italiana e inglese)
Informazioni: dati e servizi di ogni piano dell'edificio
La Galleria: Mappa e descrizione, Indice degli Artisti (lungo elenco con brevi schede e rimandi alle diverse sale), Indice secondo periodi e area geografica
Storia: descrizione cronologica di avvenimenti senza riferimenti fotografici
Ambienti: presentazione di spazi come il corridoio vasariano, la Tribuna o la Sala delle Reali Poste
Notizie: flash delle ultime novità, sale in chiusura, nuovi ambienti, restauri e acquisizioni recenti

Contenuti proposti
Le pagine possono essere consultate nella maniera convenzionale secondo artista o periodo.
Utilizzando la Mappa e descrizione della Galleria si richiama una cartina che permette di visitare in maniera virtuale alcune stanze, clliccando direttamente nelle diverse aree.

Progetto grafico
Ottima qualità delle foto ma i filmati quick time delle sale hanno un caricamento lento.
C'è inoltre la possibilità d'ingrandimento delle immagini dei nuovi ambienti e delle schede dei vari artisti.

Punto di forza
La Mappa permette la consultazione delle singole stanze (anche grazie alla realtà virtuale).

Curiosità
Consultazione delle statistiche d'accesso (dei visitatori reali e virtuali).

Galleria Borghese (Roma)
www.galleriaborghese.it

Informazioni generali e storia dell'istituzione
Il sito offre ampie informazioni su quattro importanti musei romani: Palazzo Barberini, Galleria Borghese, Galleria Corsini, Galleria Spada, oltre a diversi link come libri d'arte, biglietti e mostre in corso.

Mappa del sito
Sedi espositive: presentazione dell'edificio, collezione e informazioni pratiche di ciascun museo
Informazioni, Acquisto Biglietti, Mappa del sito, Posta elettronica
Artisti: indice degli autori presenti nelle collezioni
Links: alcuni siti web consigliati come approfondimento sulla storia dell'arte (Barocco e Rinascimento) e altri musei in rete in Italia e nel mondo
Libri d'arte: bibliografia di riferimento per i diversi artisti e connessione al sito di Internet bookshop per l'acquisto
Mostra di Goya a Palazzo Barberini: presentazione della mostra in corso
Obiettivo su Paolina Borghese: approfondimento e analisi della famosa scultura di Canova

Contenuti proposti
Le collezioni sono proposte grazie a diverse immagini di riferimento con relativa scheda e approfondimento sull'autore.
Sono possibili molti collegamenti esterni e le bibliografie consigliate sono utili per molti studenti (che possono direttamente acquistare i libri in rete).
Scarso spazio è occupato dalla mostra in corso su Goya (presentazione sommaria e poco chiara, senza immagini).

Progetto grafico
Le immagini sono molte, di alta qualità e di facile consultazione.
La grafica è semplice ma molto efficace ed elegante.
Il sito prevede connessioni a siti diversi (altri musei anche nel mondo) o anche l'acquisto immediato di libri di storia dell'arte.

Punto di forza
Obiettivo su Paolina Borghese di Canova: analisi dell'opera con storia, soggetto, paragoni e bibliografia essenziale di riferimento (con la possibilità d'acquisto on line).

Curiosità
Nell'home page si leggono le impressioni di alcuni visitatori del sito.
Oltre alle piantine dei piani dei quattro edifici, si può vedere, all'interno delle informazioni, la cartina di Roma.

Moma di New York
www.moma.org

Informazioni generali e storia dell'istituzione
Le informazioni generali sono di facile consultazione e puntuali sia per argomenti generali, sia specifici. La storia dell'edificio si avvale, oltre alla cronologia, anche dei modelli di progettazione di Yoshio Taniguchi che consentono una visita virtuale.

Mappa del sito
What's On Now: Mostre in corso, Programmi d'eventi collaterali come rassegne cinematografiche, visite per le famiglie e le scuole
Collection: presentazione delle ricche collezioni del museo (Architettura, Design, Dipinti e Sculture, Fotografia e Film) con un link dedicato alla conservazione dei diversi materiali
Educational Resources: Pubblicazioni del museo, Attività didattica, Dipartimento d'educazione
Visit the Museum: Visita (visione 3D dell'esterno) e informazioni varie anche sulla storia dell'edificio con una cronologia e progetti di famosi architetti
Join Moma: come diventare membro dell'associazione del museo
The Moma Online Store: vendita in rete di molti oggetti, shopping on line

Contenuti proposti
Site Overview permette di vedere la mappa dell'intero sito dove è possibile iniziare una ricerca per parole chiave inserite dal visitatore attraverso i numerosi link del sito.
L'indice degli artisti è schematico ma si collega alle collezioni attuali, alle mostre personali passate e ai cataloghi con varie foto.
Entrando in DADABASE si accede alla libreria on line del museo di facile consultazione.
Le attività presentate, anche collaterali, sono numerose e di notevole interesse.

Progetto grafico
Le fotografie sono di alta qualità ma non in gran numero.
Il sito ha una grafica chiara, efficace ed elegante.
Interessante la visita 3D dell'edificio esterno anche con un caricamento veloce.
Un link è dedicato alla costruzione del sito e ai diritti del copywrite.

Punto di forza
Le voci del menu permettono di spaziare facilmente tra le diverse collezioni e gli eventi collaterali, incontrando durante la navigazione, anche ampie retrospettive sugli artisti o qualche loro oggetto in vendita.

Curiosità
Lo shopping on line presenta molti oggetti in vendita pensando ad ogni tipo d'occasione (per la festa del papà, per la famiglia o l'ufficio, per un matrimonio…) con la possibilità d'acquisto immediato.
Ultima novità a prezzo speciale: lo swatch del Moma.

Tratto da:

http://www.indire.it/new_funzioniobiettivo/aree/enti_esterni/calidoni/home.htm

torna indietro