CENTRO STORICO DI HAMPI

Fondata all'inizio del XIV secolo, la città di Vijayanagar, vicino all'odierno villaggio di Hampi, sull'altopiano del Deccan, fu il centro di un vasto impero hindu che dominò il sud dell'India e tenne lontane le armate musulmane del nord per più di due secoli. I sovrani circondarono la città, già difesa dalla natura, con sette cinte fortificate che comprendevano anche le terre coltivate. Al centro di Vijayanagar, un insieme di edifici ospitava il re e la sua numerosa corte. Ogni anno, sontuose feste che duravano diversi giorni venivano celebrate nella capitale dell'impero. Il cresccente potere dell'imperatore non passò inosservato ai sovrani musulmani del nord. Nel 1565, dopo la sconfitta degli eserciti di Vijayanagar, la città fu messa a sacco. Inserito nella Lista del patrimonio mondiale nel 1986, il sito di Hampi pone problemi di conservazione a causa della sua estensione e del gran numero dei suoi monumenti (500). Alcune parti sono state modificate rispetto alle funzioni originali: ad esempio, alcune antiche strade della città sono state trasformate in campi di canna da zucchero o in risaie. Altre sono minacciate nella loro integrità dalla fondazione di nuove costruzioni. Hampi, inoltre, è anche un luogo di pellegrinaggio molto frequentato, tanto che pone molti problemi di accoglienza. Nella foto, gopura (torre di accesso) del tempio di Qampapati.


torna indietro