L'IRRE Toscana
Istituto regionale di ricerca educativa
Via C. Lombroso 6/15 Firenze

www.irre.toscana.it

L'istituto opera con le scuole di ogni ordine e grado attraverso la proposta di progetti e con iniziative che rispondono alla domanda delle istituzioni e degli operatori scolastici

Le iniziative dell'Istituto sono orientate a:

supporto all'autonomia scolastica
monitoraggio degli istituti scolastici in raccordo con la regione Toscana
sviluppo di progetti nell'ambito dell'educazione degli adulti in sinergia con gli altri Istituti di ricerca e con istituzioni e organismi del teritorio
valorizzazione delle iniziative e dei progetti realizzati dalla scuola toscana
formazione in servizio per gli operatori scolastici (dirigenti, docenti, personale ATA)
ricerca in campo educativo e sperimentazione di nuove metodologie
produzione e disseminazione di materiali che documentano i percorsi di ricerca e di sperimentazione (pubblicazioni, cd-rom ...)
sperimentazione della formazione a distanza e dell'uso didattico delle nuove tecnologie
L'Istituto raccoglie, confronta, elabora informazioni relative al campo educativo e ne promuove la distribuzione.

E' collegato con gli altri Istituti Regionali, con l'Istituto nazionale di documentazione per l'innovazione e la ricerca educativa (ex Biblioteca di Documentazione Pedagogica) e con l'Istituto nazionale per la valutazione del sistema dell'istruzione (ex Centro Europeo dell'Educazione).
Ha attivato collaborazioni e sinergie con gli organismi periferici dell'Amministrazione, con le Università della regione Toscana o di altre regioni, con gli Enti locali e con enti e istituzioni che operano nel territorio.

Dal punto di vista dei contenuti l'Istituto si occupa di Autonomia, Educazione permanente, Saperi, Documentazione e utilizzo didattico delle nuove tecnologie, Intercultura, Educazione ambientale, Orientamento, Qualità etc..

All'interno di questi ed altri ambiti sono attivi numerosi progetti che, seguendo le modalità della ricerca-azione, alternano fasi di ricognizione e ricerca, momenti di formazione in servizio e sperimentazione e fasi di produzione di materiali (pubblicazioni, dossier, video, titoli multimediali).


L'insieme delle iniziative è presentato ogni anno attraverso il Piano di Istituto.
Informazioni e riflessioni sulle tematiche affrontate e sulle ricerche in corso sono pubblicate nella rivista quadrimestrale SCUOLA TOSCANA.

Funzioni degli Istituti regionali di ricerca educativa
D.P.R. 6 marzo 2001, n.190 - Art. 1

1. Gli Istituti regionali di ricerca educativa, di seguito denominati: "I.R.R.E.", sono enti strumentali dell'amministrazione della pubblica istruzione, dotati di personalita' giuridica e autonomia amministrativa e contabile, a norma dell'articolo 76 del decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300.

2. Gli I.R.R.E., nel quadro degli interventi programmati dagli uffici scolastici di ambito regionale e delle iniziative di innovazione degli ordinamenti scolastici, tenendo anche conto delle esigenze delle comunita' e degli enti locali e delle regioni, svolgono funzioni di supporto alle istituzioni scolastiche e alle loro reti e consorzi, nonche' agli uffici dell'amministrazione, anche di livello sub regionale. Tali funzioni si esplicano in attivita' di ricerca nell'ambito didattico-pedagogico e nell'ambito della formazione del personale della scuola, per lo svolgimento delle quali gli I.R.R.E. si coordinano con l'Istituto nazionale di documentazione per l'innovazione e la ricerca educativa, con le universita' e le altre agenzie formative.

3. Gli I.R.R.E. supportano l'autonomia delle istituzioni scolastiche in modo particolare mediante:

a) collaborazioni e partecipazione attiva alla progettazione e attuazione di programmi di ricerca educativa e della relativa sperimentazione in tutti gli ambiti di cui all'articolo 6 del decreto del Presidente della Repubblica 8 marzo 1999, n. 275, anche con riguardo alle problematiche concernenti le minoranze linguistiche, l'immigrazione, l'integrazione dei soggetti svantaggiati, l'integrazione europea, l'educazione degli adulti e la prevenzione dell'abbandono e della dispersione scolastica;

b) collaborazioni alla costruzione di percorsi formativi per il personale della scuola coerenti con le scelte di programmazione dell'offerta formativa;

c) selezione, individuazione e comunicazione alle scuole di particolari progetti formativi cui le stesse possono partecipare in Italia e all'estero;

d) partecipazione e collaborazione per l'attivazione di un sistema di scambio di documentazione tra le istituzioni scolastiche;

e) collaborazione all'elaborazione di proposte per l'innovazione degli ordinamenti didattici a norma dell'articolo 11 del decreto del Presidente della Repubblica 8 marzo 1999, n. 275;

f) approfondimento degli obiettivi formativi e delle competenze connesse con i diversi curricoli ai fini dell'innovazione metodologica e disciplinare.
4. Gli I.R.R.E. si coordinano e collaborano con l'Istituto nazionale di valutazione del sistema dell'istruzione, al fine di favorire la diffusione delle metodologie e delle pratiche di valutazione e di autovalutazione.
5. Gli I.R.R.E., per il raggiungimento dei fini istituzionali, possono avvalersi anche delle competenze degli ispettori tecnici.

torna indietro