Patrimonio immateriale: adozione della Dichiarazione di Istanbul

Alla chiusura della tavola rotonda di due giorni organizzata dall'UNESCO a Istanbul, il 16 e il 1 7 settembre 2002, sul tema del patrimonio immateriale, specchio della diversità culturale, i rappresentanti di 110 paesi, compresi circa 70 ministri della cultura, hanno adottato la Dichiarazione di Istanbul.

Riconoscendo che " l'eredità del patrimonio immateriale costituisce un insieme di pratiche e abitudini vive e costantemente rinnovate, saperi e rappresentazioni che permettono all' individuo e alla comunità - a tutti i livelli - di esprimere il loro modo di vedere il mondo attraverso sistemi di valori e principi etici" la Dichiarazione sottolinea che" dovrebbe prevalere un approccio onnicomprensivo all'eredità culturale tale da far emergere i motivi profondi e la loro stretta interdipendenza nella dinamica del legame fra il patrimonio immateriale e materiale "

I firmatari della Dichiarazione di Istanbul "considerano che è opportuno e necessario, in tale contesto, una stretta collaborazione con professionisti e testimoni dell'eredità del patrimonio immateriale, consultando e coinvolgendo tutti gli interessati, specificatamente governi, locali e regionali, comunità , la comunità scientifica, istituzioni educative, società civile, settore pubblico e privato come pure i media."
A tal fine, incaricano l'UNESCO di " promuovere lo sviluppo delle nuove forme di cooperazione internazionale, per esempio, attraverso la messa a punto di meccanismi di ricognizione, inventari delle più adeguate metodologie e la creazione di networks, mobilitando tutte le risorse possibili e incoraggiando i contributi e lo scambio dei paesi portatori del patrimonio immateriale"

Koïchiro Matsuura approva l'adozione di questa Dichiarazione che segna un passo importante nel processo di elaborazione nella Convenzione internazionale.

A seguito della tavola rotonda di Istanbul, esperti del governo di tutti gli stati membri dell'UNESCO si incontrano a Parigi dal 23 al 27 settembre. In tale occasione è presentato un abbozzo preliminare della convenzione internazionale

La traduzione dall'Inglese è a cura di Rosalba Trevisani
per il Centro UNESCO di Trieste - http://www.centrounescotrieste.it/istanbul2002.htm

Il testo completo della Dichiarazione internazionale si può trovare a http://portal.unesco.org./culture_roundtable

torna indietro