“DAL LICEO AL MUSEO"
LICEO CLASSICO "A. PIGAFETTA" - VICENZA

Insegnanti referenti

Giovanna Grossato
ggrossato@ashmm.com

 

a. Presentazione generale

Titolo


"Dal Liceo al Museo: un percorso artistico e storico lungo una via di Vicenza"

Destinatari del progetto

Il progetto è stato destinato ad un pubblico generico, scolastico e non, inclusi gli adulti e studenti della "terza età" (università permanente)


Operatori


Il progetto ha coinvolto sia operatori interni alla scuola (insegnanti e studenti. Circa 25 persone che si sono alternate nelle varie fasi del lavoro) sia esterni (operatori museali, bibliotecari e dell’Archivio di Stato, responsabili della pubblica amministrazione, dei media e tecnici di laboratorio. Circa 10 persone che si sono alternate nelle varie fasi del lavoro)
confronta la voce con le altre scuole
 
Ambito disciplinare
 

Storico-artistico, storico, informatico, linguistico


Tempi

Il progetto ha utilizzato i curricula dell’intero anno scolastico 2001/2002 e alcune settimane di e vacanze estive. Si è concluso e alla fine dell’autunno (metà/fine novembre 2002) dell’anno scolastico 2002/2003


Spazi

L’esperienza si è svolta in classe, nel laboratorio multimediale della scuola, nelle strade di Vicenza, al museo civico, alla biblioteca civica, all’archivio di stato, nelle sale dell’Accademia Olimpica, nella sede del Centri Internazionale di Architettura "A.Palladio", negli uffici e nei laboratori informatici della ditta editrice multimediale AshMultimediaa di Vicenza.
confronta la voce con le altre scuole
 
Descrizione sintetica
 

Si tratta di un itinerario, reale e virtuale, che ha come punto di partenza la scuola, il Liceo "A. Pigafetta", insediato in uno dei più antichi edifici della città, e come meta il Palazzo Chiericati, sede della pinacoteca comunale. Esso si sviluppa essenzialmente attraverso la via principale della città, il decumano massimo dell’antica Vicetia , e si sofferma su 24 edifici storici analizzandone contenuti artistici e vicende storiche.

confronta la voce con le altre scuole
 
b. Sistema
 
La scuola ha sviluppato l’esperienza in modo autonomo per quanto riguarda la progettazione. Si è avvalsa della collaborazione di enti esterni (museo, biblioteca, archivio di stato, centro di architettura "A.Palladio", assessorato alla cultura) e ha avuto come partner nella progettazione e realizzazione informatica la casa editrice multimediale AshMultimedia.
confronta la voce con le altre scuole
 
c. Collocazione curricolare
 
c. Collocazione curricolare
Il progetto è stato collocato nel curriculum di Storia dell’arte e di Storia del terzo e quarto corso (classe terza e quarta) in relazione all’insegnamento dell’arte italiana e vicentina del ‘400, ‘500, ‘600 e ‘700 e della storia del territorio. Le conoscenze informatiche sono quelle proposte nel curriculum di matematica integrato al PNI (nel biennio). Una volta attuato, il progetto consentirà di essere utilizzato permanentemente per quanto riguarda i contenuti storico e storico artistici nelle stesse classi in cui è stato prodotto ( terze e quarte), mentre i sistemi operativi verranno riutilizzati per allargare il progetto ad altre realtà oggetto di studio anche moderne / contemporanee ed extra territoriali.
d. Riferimenti teorici
I riferimenti teorici sono costituiti, per i contenuti, dai manuali di storia dell’arte e di storia. Nonchè da alcuni testi di cultura locale, ivi inclusi alcuni documenti contenuti nei faldoni dell’archivio e documenti della biblioteca civica.
Per quanto riguarda le metodologie:
gli atti dei convegni di aggiornamento sull’uso delle strutture museali e culturali (Progetto "Adotta un monumento 2000);
R. ECO, A scuola col museo, 1986;
Schede per l’Ambiente, a cura di F. GATTINI — D. SALVADORI, 1991;
P. OREFICE, Didattica dell’ambiente, 1993;
AA VV, Quaderni didattici, 1999;
H. GARDNER, Sapere per comprendere, 1999;
Il museo come laboratorio per la scuola, a cura di M CISOTTO NALON, 2000;
Il partenariato scuola-museo-territorio
, a cura di S. MASCHERONI, 2002;
confronta la voce con le altre scuole
 
e. Il Percorso
 

 

Motivazione e coinvolgimento degli studenti

Gli studenti sono stati motivati ad una attività strettamente afferente ma anche indipendente dal curriculum che ha messo in gioco le loro conoscenze e le loro abilità pregresse e sono stati gli attori fondamentali e valutatori dell’esperienza

Fasi di lavoro

Istituzione di un contatto con gli uffici culturali del territorio

sviluppo di abilità nella ricerca attraverso le fonti;

attuazione di schede sui diversi 24 monumenti cittadini completi di relativi link trasposizione delle schede relative ai monumenti in formato elettronico;

sviluppo di alcune strategie di autoverifica del lavoro in itinere;

istituzione di un rapporto con il mondo del lavoro.

Prodotto finale

Il prodotto finale è la realizzazione di un sito internet e la masterizzazione di un CD ROM che illustra "Dal Liceo al Museo: un percorso artistico e storico lungo una via di Vicenza".
Eventuali sviluppi futuri

Si intende estendere il modello ad altre esperienze curricolari (lo studio di altri percorsi territoriali, sia su situazioni reali che ipotetiche)
f. Monitoraggio

Il monitoraggio in itinere è stato molto difficile a causa del turn over degli studenti. Tuttavia è stata possibile una analisi valutativa delle procedure adottate con il confronto dei risultati ottenuti dai diversi insegnanti coinvolti (relazioni)
g. Valutazione

La valutazione finale dell’esperienza ha dovuto tener conto dell’alternanza di due classi di studenti nell’attività. Gli studenti iniziali, a metà circa del percorso, hanno compiuto una valutazione su quanto andavano facendo (scheda a risposte multiple) e quelli che sono subentrati hanno compiuto una valutazione sul lavoro precedente breve relazione sulla composizione dei testi. L’insegnate di Inglese ha attuato con i ragazzi un monitoraggio sull’uso di un linguaggio specifico. La valutazione finale verte sul funzionamento del sistema utilizzato come supporto (HTLM)
h. Problemi

I problemi rilevati sono quasi sempre legati alla tempistica e alle necessità di adeguarsi ai ritmi della scuola. Non tanto alla possibilità di inserire il progetto nel curriculum, quanto di portarlo a compimento in tempi ragionevoli (sarebbe necessario che il referente di un progetto avesse la possibilità di dedicarsi solo a quello, sia pure per un tempo limitato, per riuscire a dare coerenza e continuità al percorso formativo ed esecutivo del programma)..
confronta la voce con le altre scuole
 
i. Attività di formazione
 

Preliminarmente all’esperienza si sono svolti dei corsi di aggiornamento per gli insegnanti sull’utilizzo didattico delle strutture culturali della città. Ovviamente è stato estremamente utile il confronto con le esperienze sviluppate in altre scuole di cui si è venuti a conoscenza nell’ambito del progetto "SPACE" (IRRE Toscana) e le riflessioni scaturite da esse.