Oasi di Bolgheri

Il Rifugio Faunistico Padule di Bolgheri nasce nel 1959 per volontà del marchese Mario Incisa della Rocchetta,proprietario della tenuta e fondatore del WWF in Italia.

E’ situato lungo la fascia costiera compresa tra Marina di Bibbona e Marina di Castagneto C.cci, in un’area umida di valore internazionale.

Gli Uccelli

In questo paradiso incontaminato, gli uccelli acquatici durante le loro migrazioni, trovano rifugio in un ambiente palustre, uno degli ultimi esempi dell’area paludosa caratteristica dell’antica e selvaggia Maremma; dai camminamenti e dai punti di avvistamento è possibile spiare gli uccelli che vivono negli specchi d’acqua, in particolare pittime reali, pavoncelle, folaghe, picchi verdi e germani reali, o cogliere il volo dell’airone bianco, della poiana o del Cavaliere d’Italia.

I Mammiferi

In quest'area si trovano rifugio anche  i caprioli, gli scoiattoli, le martore, i daini, i caprioli, le istrici, le volpi e i conigli selvatici.

In primavera vi fioriscono narcisi selvatici, gigli d’acqua e biancospini.